IMAGO MUNDI ALLA GALLERIA ANGELICA

All'inaugurazione della mostra di Arvedo Arvedi Imago Mundi, avvenuta il primo settembre e che rimarrà aperta sino al 12 settembre 2016 presso la Galleria della Biblioteca Angelica di Roma, numerosi sono stati gli ospiti che hanno incontrato l'Artista...

... e che hanno potuto apprendere dalla sua  voce la poetica espressa nei suoi quadri.
Arvedo Arvedi ha messo a conoscenza gli Ospiti delle tecniche utilizzate, quali Shadow, Chromolife, ChromoLabCapri, Plaster, evidenziando così l'esperienza e la maestria, oltre che la metodologia del suo operare.

Attraverso Imago Mundi, Arvedo Arvedi vuole rivivere, condividendo con il suo pubblico, un mondo magico fatto di ricordi, quando attraverso la fascinazione del racconto della nonna, guardando ilibri della sua antica biblioteca forse già elaborava il contenuto delle sue opere fantastiche.
L'occasione di una visita alla Biblioteca Angelica ha appunto risvegliato quei ricordi tanto che Arvedi ha voluto qui realizzare questa interessante mostra che consta più venti opere.

Con la presenza di Michele Esposito durante il vernissage, si è voluto sottolineare l'incontro tra l'Arte di Arvedo Arvedi e la moda, o meglio delle creazioni artistiche. Infatti agli Ospiti hanno ricevuto in dono una pashmina in seta e cashmere, tratta da un quadro di Arvedi e creata  dalla nota sartoria caprese Laboratorio Capri di Esposito.

L'Artista simpaticamente, oltre ad aver ringraziato la sua assistente preferita Azzurra Arvedi direttamente sul catalogo, ne ha voluto condividere anche la Galleria offrendole la possibilità di esporre tre lavori della pittrice in erba.

Ecco alcuni degli ospiti tra i tanti che sono interveniti all'inaugurazione: Claudio Proietti di Artribù, Rita Colomba Annunziata Presidentessa della Scuderia della Jaguar Storiche
il critico Giorgio Palumbi, Erika Gottardi e Massimiliano Piccinno
Fiammetta Terlizi, Gianluca Andolfi e Michele Esposito
Nicoletta Gandolfi, Melissa Grant e Gaetano Castelli, Valeria Oppenheimer, Barbara Ricci, Patrizia Finucci Gallo, Nicolino Grigio, ed  altri.